IL CONSORZIO ALLA FIERA NAZIONALE DEL TARTUFO DI MURISENGO

MURISENGO

E’ andato ad una coppia di milanesi, con seconda casa in Valcerrina, il tartufo bianco messo in palio al gioco “Indovina chi sono”, promosso dal Comune di Murisengo in collaborazione con il Consorzio Colline del Monferrato Casalese, durante la 51° Fiera Nazionale del Tartufo Trifola d’Or di domenica 18 novembre. Ai numerosi enoturisti che hanno fatto tappa presso l’Enoteca allestita in fiera dal Consorzio, per degustare il Grignolino del Monferrato Casalese, la Barbera Superiore del Monferrato, il Rubino di Cantavenna e il Gabino, denominazioni recentemente riconosciute dal dicastero competente, è stata sottoposta la degustazione di tre vini ad etichetta coperta.

Tra i partecipanti, sono stati 4 coloro che hanno indovinato la denominazione, la gradazione e l’annata del vino degustato. Il sorteggio ha dato la meglio a Claudio Arienti e consorte, da anni frequentatori della fiera murisenghese e amanti del Monferrato e dei suoi vini, in primis, il Grignolino.

Altri risultati ad ex aequo, sono stati quelli di Roy De Tomasi di Pont Canavese, Luisa Priscandaro di Biella e Daniele Furnari di Crescentino, ai quali è andata una bottiglia di nettare monferrino da apprezzare tra le mura domestiche, in abbinamento a piatti della tradizione piemontese. Soddisfazione per i soci del Consorzio presenti, i quali hanno avuto l’occasione di promuovere le rispettive produzioni a turisti provenienti un po’ da tutto lo stivale e dall’oltralpe e di raccontare un po’ di Monferrato, tra storia, cultura e tradizione enologica, dove il vino, continua ad essere una sincera consuetudine.

Condividi Comunicato

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email