IL CONSORZIO SBARCA A DIJON IN FRANCIA

Interessante partecipazione al salone Vinidivio di Dijon, capoluogo della Borgogna in Francia, dove si è svolta la Fiera Internazionale e Gastronomica francese, 6° in termini di frequentazione con 160 mila visitatori e circa 60 espositori suddivisi in una decina di settori, lo scorso inizio novembre per il Consorzio Colline del Monferrato Casalese. Paese ospite dell’edizione 2018 è stata l’Italia con la Regione Piemonte, con tutte le produzioni enologiche d’eccellenza.

Durante la 5 giorni il Consorzio, rappresentato da Franco Angelini della Paolo Angelini di Ozzano Monferrato, ha avuto modo di intercettare numerosi contatti e di seguire convegni sulle tecniche di lavorazione, sulla ricerca e sul marketing. “Rispetto al marketing c’è molto da imparare” ha osservato Angelini.

Durante la cena di gala, alla quale hanno partecipato oltre 300 commensali, gourmet enologici, il Consorzio ha proposto il Grignolino sia nella versione tradizionale sia in quella invecchiata o nobile. “L’impronunciabile e sconosciuto vitigno monferrino è stato particolarmente apprezzato” ha riportato il produttore monferrino. Perché “impronunciabile”?

“Fanno molta fatica i francesi, ma anche gli stranieri in genere, a pronunciare il nome Grignolino e, per questo, spesso non lo scelgono”.

Dopo la Fiera in Francia, ora sarà la volta di Copenaghen e di altre capitali europee dove, grazie al finanziamento del PSR, il Consorzio potrà espatriare per promuovere le eccellenze enologiche monferrine. Nel frattempo le prossime tappe saranno: Murisengo il 18 novembre per la Fiera Nazionale del Tartufo (enoteca allestita nel palatartufo di piazza della Vittoria dalle ore 9,30 alle ore 19) e Moncalvo sabato 8 dicembre alla Fiera Nazionale del Bue Grasso (conferenza-degustazione in piazza Carlo Alberto alle ore 16).

Condividi Comunicato

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email