Interesse per i vini monferrini al Design No Brand di Milano

L’Ecomuseo Pietra da Cantone e il Sacro Monte di Crea patrimonio Unesco saranno protagonisti oggi, venerdì 12 aprile, al Design No Brand di Milano, nell’ambito della sei giorni dedicata al Monferrato, con le sue vocazioni, la sua storia e i suoi prodotti.

All’interno del Padiglione Messina della Fabbrica del Vapore, durante il Milano Design Week, a rappresentare il Monferrato sono presenti la Condotta del Monferrato Casalese e di Moncalvo e il Consorzio dei vini Colline del Monferrato Casalese i quali, hanno aperto al territorio monferrino, l’opportunità di raccontare e raccontarsi, in un contesto in cui, creatività, ricerca stilistica e nuovi materiali si fondo con i principi dell’economia circolare, dell’inclusione sociale e della sostenibilità, in uno scenario di arte, nuove tecnologie e autoproduzioni.

Lo spazio dedicato al Monferrato è presso lo stand dei sugheri dove, ogni giorno, si susseguono appuntamenti diversi, mentre punto fisso resta la degustazione dei vini del Consorzio, ovvero del Grignolino del Monferrato Casalese doc, della Barbera del Monferrato Superiore Docg, del Rubino di Cantavenna doc e del Gabiano doc. Complessivamente il Consorzio conta 62 produttori e 3 cantine per un totale di 400 ha di terreno vitato e una produzione di circa un milione di bottiglie. A parlare dell’Ecomuseo e degli infernot oggi, alle ore 18,30, in una chiacchierata con degustazione di vini, ci sarà il consigliere del cda Corrado Calvo.

Con le sue pietre da cantone, l’Ecomuseo monferrino si inserisce nel circuito nazionale indicando un territorio caratterizzato da ambienti di vita tradizionali, patrimonio naturalistico e storico-artistico particolarmente rilevanti e degni di tutela, restauro e valorizzazione.

A parlare del Sacro Monte di Crea invece, saranno le immagini sempre ricche di suggestione e bellezza.

Il Design no Brand sta risultando un appuntamento molto interessante per far conoscere al pubblico milanese e agli stranieri il Monferrato: nella 6 giorni sono infatti attesi circa 16 mila visitatori. Inclusi nell’offerta monferrina, nei giorni scorsi hanno riscosso particolare interesse: lo show cooking, a base di erbette di campo della Condotta Slow con RistorantediCrea, la presentazione dell’evento di Grignolino in Grignolino (18 e 19 maggio prossimi) e la presentazione delle produzioni della Corilu, le pregiate tonde gentili di Lu. Domani, sabato13 aprile, sempre alle 18,30 sarà la volta degli allevatori e dei casari della Valcerrina, mentre chiuderanno gli appuntamenti domenica 14 aprile, “Il Monferrato, una terra da scoprire. I tartufi con le sue fiere e Itaca”. Orari di apertura: dalle ore 10 alle ore 21, il sabato chiude alle 23. Ingresso libero.

Info: www.designnobrand.com

Condividi Notizia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email